MUSIC MAKES PEOPLE 2022

Formazione Musicale e Inclusione

Date: 29 AGOSTO - 2 SETTEMBRE 2022

Luogo: Centro Studi Musica & Arte

Rivolto a: docenti, musicisti, studenti

Il Corso prevede 5 seminari tenuti da docenti diversi:

 

  • 29 agosto
    "Laboratorio musicale per la scuola dell’infanzia e primaria, secondo i principi della metodologia di Emile Jaques-Dalcroze"
    Docente: Erika Baldi


    Il corso si propone di fornire idee e materiali per svolgere attività musicali nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria. Nello specifico le attività proposte saranno volte a promuovere la consapevolezza di sé e del proprio corpo e a favorire lo sviluppo delle capacità motorie, vocali e di ascolto fondamentali per l’apprendimento musicale, rivolgendo particolare attenzione alle strategie utili a favorire i processi di inclusione.
     

  • 30 agosto
    "Disabilità: la musica come strumento per l’integrazione".
    Docente: Alessandro Vanzini


    Nel corso verrà presentato il lavoro di oltre venticinque anni su Musica e Disabilità, che prevede l’utilizzo della musica come strumento educativo ed inclusivo per gli allievi con Bisogni Educativi Speciali (disabilità, DSA e altri BES), in particolare attraverso tre percorsi didattico/educativi:
    - lezioni individuali, ovvero lezioni di strumento attraverso la metodologia del risveglio musicale con l’obiettivo dell’inclusione nei gruppi di musica d’insieme.
    - progetti di “Musica e Integrazione” nelle Scuole dalla Primaria alla Secondaria di II grado, con percorsi specifici di “educazione al suono alla musica e al movimento” con l’obiettivo dell’integrazione degli alunni con disabilità nel gruppo classe e più in generale nel contesto scolastico di appartenenza.
    - progetti di inclusione nei gruppi di Musica d’Insieme, con l’affiancamento, a seconda delle situazioni, di insegnanti o di tutor coetanei.

    La presentazione dei percorsi verrà documentata con molti video e una parte del corso verrà dedicata ad un laboratorio attivo di Musica e Integrazione che coinvolgerà tutti i partecipanti con una lezione simulata.

  • 31 agosto
    "Danze di mani"
    Docente: Camilla Di Lorenzo


    Cantare in coro, far vivere la bellezza della musica attraverso l’espressività gestuale, favorire l’integrazione e l’inclusione, stimolare l’ascolto sentendosi parte di un gruppo che viaggia verso gli stessi traguardi, favorire l’attenzione e la concentrazione, valorizzare i silenzi, incoraggiare riflessioni. Il corso propone un viaggio tra le potenzialità inclusive della musica corale e della Lis, attraverso lezioni frontali e attività pratiche di gruppo, alla scoperta di un connubio artistico ancora oggi troppo poco esplorato.
     

  • 1° settembre
    "Creatività in musica e improvvisazione per l’inclusione"

    Docenti: Stefania Di Blasio e Chiara Fusi

    Saranno realizzate attività pratiche creative da realizzare nelle scuole di musica, nelle scuole medie ad indirizzo musicale e nei licei musicali.
     

  • 2 settembre: "La Musica dovrebbe appartenere a tutti – L’inclusione nel concetto Kodály".

    Docente: Giusi Barbieri

    Secondo il musicista, etnomusicologo e pedagogo ungherese le radici della didattica musicale posano sulla idea che la musica dovrebbe essere una esperienza sociale e culturale. La filosofia kodályana relativa all’insegnamento della musica asserisce che i concetti musicali, la creatività e la collaborazione sociale vengano appresi meglio nelle lezioni di musica di gruppo, in modo particolare per quanto riguarda l’infanzia.

    OBIETTIVI DEL CORSO: Sperimentare gli strumenti didattici kodályani per lo svolgimento di attività musicali organizzate in un percorso progressivo di acquisizione delle competenze. Come strutturare la pratica musicale, il repertorio, le attività ludiche, l’ascolto, l’avviamento alla lettura in funzione dell’età degli alunni e attraverso le tre forme di rappresentazione di J. Bruner: esecutiva, iconica e simbolica,

    PROGRAMMA E ARTICOLAZIONE DEL CORSO
    Nella rappresentazione esecutiva la realtà viene codificata attraverso l’azione. La rappresentazione esecutiva continua a funzionare anche in età adulta, pertanto verranno sperimentate attività musicali pratiche adatte alle diverse età.
    Nella rappresentazione iconica, legata alle percezioni di vista e udito, la realtà viene codificata attraverso immagini. L’immagine consente di evocare mentalmente una realtà assente ma non di descriverla. La sillabazione ritmica e la solmisazione in chironomia rappresentano il livello più elevato di rappresentazione musicale iconica, preceduto dall’utilizzo, per i più piccoli, di figure rappresentative delle caratteristiche sonore.
    La rappresentazione simbolica, più potente e flessibile delle precedenti, è legata alle capacità linguistiche. La realtà sonora è codificata attraverso sistemi simbolici gradualmente più complessi, dalla notazione in campo aperto, alla lettura sul pentagramma in solmisazione ed infine alla lettura dei suoni assoluti e alla teoria delle tonalità.

Quota di partecipazione: € 260. Riduzione del 20% (€ 208) per le Scuole di Musica che aderiscono all’AIdSM, ai propri docenti e a chi ha già seguito precedenti seminari e corsi)

È possibile seguire i singoli seminari con la quota di € 70 cadauno, sconto del 20% per le Scuole di Musica che aderiscono all’AIdSM, ai propri docenti e a chi ha già seguito precedenti seminari e corsi (€ 56).

È inoltre possibile utilizzare la CARTA DOCENTE per chi ne è in possesso.

Le iscrizioni restano aperte fino al 20 agosto 2022.

Sono disponibili convenzioni per l’alloggio con strutture economiche.

Per iscrizioni: compilare il form al seguente link.

N.B. Nel campo "Durata lezione, opzioni formazione, quota di iscrizione" selezionare "Corso formazione professionale", nel campo "Quota" inserire € 260 oppure € 208 in caso di diritto riduzione (oppure € 70 o € 56 in caso di corso singolo).

Per informazioni: info@musicarte.it

Loghi.jpg